Rizzoli cucine a legna

rizzoliRizzoli, fondata nel 1912 da Carlo Rizzoli fabbro-magnano, nasce come bottega artigiana all’interno di un piccolo laboratorio in pieno centro storico a Cavalese (TN) nel cuore della Val di Fiemme.

Inizialmente dedita alla sola costruzione di cucine a legna nello stile tradizionale dolomitico, l’azienda sviluppa le proprie cucine secondo linee sempre più moderne e personalizzate sotto la guida di Ezio Rizzoli, figlio di Carlo.

Nel 1980 si trasforma da impresa artigiana in piccola industria, mentre la sede viene ingrandita e trasferita nella zona artigianale di Cavalese. Di lì a poco l’azienda inizia ad essere gestita direttamente dai nipoti del fondatore, Carlo e Giulio, e con questi si evolve in una industria all’avanguardia nel proprio settore con interessi economici che si espandono in mezza Europa.

Alla produzione di cucine a legna, pensate per essere abbinate con il resto dell’arredamento, disponibili in diverse finiture e personalizzabili, si affianca la produzione di termocucine, stufe, termostufe e cappe aspiranti.

Con il recentissimo trasferimento di sede, Rizzoli supera orgogliosamente i suoi 100 anni di storia attuando un’espansione cercata e voluta da molto tempo. Il nuovo edificio si trova a San Lugano, nella zona artigianale del Comune di Trodena (BZ), nel Parco Naturale Monte Corno. Lo stabilimento è una struttura moderna e ben inserita nell’ambiente circostante, costruita quasi interamente con materiali riciclabili e pochissimo cemento. L’area interessata è sviluppata su 25.000 mq di cui 16.000 coperti e contiene al suo interno tutti i reparti nevralgici dell’azienda: progettazione, produzione e show room.

Questo segnerà l’inizio del secondo centenario di storia della famiglia Rizzoli.